"MISURE PREVENTIVE CONTRO LE ZANZARE (AEDES ALBOPICTUS E CULEX PIPIENS) E LE MALATTIE TRASMESSE DA VETTORE - ANNO 2017"

ZANZARA TIGRE…..LASCIAMOLA SENZ’ACQUA
La zanzara tigre è un insetto di origine asiatica che da una decina di anni vive anche in Italia. Il suo nome scientifico è Aedes albopictus ed è di colore nero con bande bianche sulle zampe e sul collo e si sviluppa in piccole raccolte di acqua dolce stagnante. La sua presenza in Umbria è stata da tempo rilevata in diversi comuni. Allo scopo di ottenere informazioni quantitative sulla densità di popolazione e la dinamica stagionale nel 2009 sono state posizionate sul territorio dall’ASL n.1 Regione Umbria, su coordinamento dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Umbria e Marche, un certo numero di ovitrappole (il monitoraggio attraverso questo sistema è semplice ed efficace: si basa sulla conta diretta delle uova deposte dalla femmina su contenitori attrattivi); il rilevamento a cadenza settimanale si è protratto fino alla fine del mese di ottobre, per un totale di circa 24 settimane. Dalla lettura dei dati rilevati (in allegato), particolarmente significativa in quanto è l’unico riscontro sul nostro territorio degli effetti reali delle azioni poste in essere dai singoli comuni a tutela del benessere dei cittadini, si evince chiaramente come il mancato ricorso del Comune di San Giustino all’uso di TRATTAMENTI ADULTICIDI, ampiamente utilizzati dagli altri comuni ed il cui effetto deleterio su persone ed ambiente a fronte di risultati trascurabili nella lotta alle zanzare è ampiamente dettagliato nella pubblicazione a firma dell’ISPRA, del MINISTERO DELLA SALUTE (allegata), non abbia avuto un riscontro significativo sulla presenza o meno degli insetti (assenti completamente da Gubbio e Gualdo Tadino, presenti negli altri territori in maniera disomogenea, ma praticamente sovrapponibile) . Questo non significa che nel nostro Comune non siano state adottate misure di prevenzione per contrastare la proliferazione delle zanzare e degli altri insetti che disturbano la quiete estiva dei cittadini, il cui benessere è obiettivo primario dell’Amm.ne Comunale sia immediato che in prospettiva futura; anche quest’anno, come sempre nell’ultimo decennio, è stata incaricata una ditta specializzata nel settore - oggi INFEST CONTROL S.r.L, Perugia - di eseguire a cadenza mensile trattamenti di DISINFESTAZIONE LARVICIDA su strade ed aree pubbliche (le uniche entro le quali possiamo agire), così come interventi di derattizzazione, sopralluoghi e/o azioni d’urgenza, ed anche (solo su precisa richiesta ed indicazione territoriale del Servizio di Igiene ASL o altra istituzione avente titolo) TRATTAMENTI ADULTICIDI.

Responsabile Ambiente Dr. Alessandra Massi

ZANZARA TIGRE…..LASCIAMOLA SENZ’ACQUA

Le uova vengono deposte in piccoli contenitori di acqua scoperti e le larve si schiudono in pochi giorni durante l’estate. D’inverno le uova rimangono in stasi per aprirsi in primavera.

La sua puntura provoca bolle e gonfiori pruriginosi, spesso dolorosi; facciamo prevenzione per non ridurci così. Proteggiamo le superfici del corpo scoperte con prodotti repellenti per insetti (Autan o simili); mettiamo zanzariere alle finestre.

La zanzara tigre è facilmente distinguibile dalla zanzara nostrana perché è nera e non marrone, per la minore grandezza e perché punge di giorno, soprattutto nelle ore più fresche, mentre di notte si riposa nella vegetazione bassa.
Togliamo i sottovasi dalle piante o mettiamo della sabbia per lettiere per gatti nel sottovaso… assorbe l’acqua e le piante stanno meglio

Trattiamo ogni 15 giorni, tra Aprile e Novembre, i tombini per la raccolta delle acque di superficie presenti nelle aree condominiali e nei giardini privati con prodotti larvicidi che si possono reperire nelle farmacie e nei negozi per l’agricoltura

Eliminiamo tutti i bidoni ed i secchi che non sono chiudibili con coperchi a vite dagli orti e dai giardini.
Rimuoviamo ogni piccolo deposito di acqua stagnante dalle aree private. Introduciamo filamenti di rame nei contenitori che non si possono rimuovere (si può utilizzare l’interno del cavo elettrico spellato) e sostituiamoli periodicamente.

Effettuiamo regolarmente manutenzione di vasche e fontane ornamentali introducendo quando possibile pesci larvivori (pesci rossi o gambusie)

Raccomandiamo a vicini e conoscenti l’osservanza di queste semplici norme.

NOTIZIARIO ISPRA
DATI MONITORAGGIO
Comunicazione zanzara tigre 2017

Informazioni Attinenti